Finito

Bisogna accettare d'essere finito: di essere qui e non altrove, di fare questa e non un'altra cosa, ora e non mai o sempre... d'avere solo questa vita. Andrè Gorz, Lettera a D. , Sellerio, 2008, pag.44