Altrove

... perché io quando incomincio a leggere sto proprio altrove, sto nel testo, io mi meraviglio e devo colpevolmente ammettere di essere stato in un sogno, in un mondo più bello, di essere stato nel cuore stesso della verità. Bohumil Hrabal, Una solitudine troppo rumorosa, Einaudi, 2006, pag. 8