Cose del mondo moderno

La rivoluzione industriale ha sostituito ogni specifica competenza artigianale con il lavoro, e ne è conseguito che le cose del mondo moderno sono diventate prodotti di lavoro il cui naturale destino è di essere consumati, invece che prodotti dell'operare, che esistono per essere usati. Hannah Arendt, Vita activa, Bompiani, 1994, pag. 89