Possibilità umane

Una ginestra, una ciotola d’acqua pulita, oggetti poveri, semplici, universali, pregni di possibilità umane. Napoli per me è come questi oggetti. Lo è quando dà il meglio di sè, quando non ti schiaffeggia dietro la collottola, quando non ti uccide; ecco, quando dà il meglio di sé Napoli è una città utopica, come quei musicisti degli anni Settanta: inclassificabile, ma con una storia ben precisa; fuori dai generi, ma descrivibile con minuzia.

Silvio Perrella, Giùnapoli, Neri Pozza, 2006, pag. 178.