Asocialità

La natura sociale della lettura non è data tanto dalla sua aderenza a principi, dalla sua dedizione a una causa, dall’impegno, dall’influenza dell’ambiente, dalla ricezione del pubblico ecc,. ma paradossalmente proprio dalla sua asocialità, ossia dalla resistenza alla socialità coatta.

Luca Ferrieri, La lettura spiegata a chi non legge, Editrice Bibliografica 2011, pag. 120