Inconsumabile

La ripetizione gode nel nostro mondo di una pessima reputazione, come la semplicità. Fare sempre le stesse cose è spesso considerato sinonimo di noia. Ripetere quotidianamente il medesimo gesto o insieme di gesti o parole è stato invece, in molti luoghi, tempi e contesti specifici, via di illuminazione. Via per sentire la natura inconsumabile di ciò che è e diviene. Sempre lo stesso esercizizo, camminare, muovere i piedi uno dopo l’altro e le gambe, guardare il paesaggio e i particolari, respirare e annusare, ascoltare, camminare piano, camminare svelti, quasi correre, fermarsi, riprendere, camminare  così piano  che quasi quasi si cade, e poi di nuovo in fretta, marciare e poi passeggiare qua e là e poi… cosa dite, andiamo?

Andreé Bella, Socrate in giardino. Passeggiate filosofiche tra gli alberi, Ponte alle Grazie, 2014, pag. 54.