A priori

Il mondo, dunque, vasto e ridotto al tempo stesso, l’io di ognuno al centro, il viaggio come invito a tracciare, per sé, una rosa dei venti, e poi la dimora per gettare le fondamenta e coltivare questa identità: ecco quindi qualche punto di riferimento in un cosmo a priori senza gioia.

Michel Onfray, Filosofia del viaggio, Ponte alle Grazie, 2010, pag. 90.