Stampare con lentezza

Ci sono giorni che cominciano male e finiscono bene. A me è successo oggi, e come tante altre volte quello che ha fatto svoltare il tono della giornata è stata l’emozione di un incontro con la bellezza. In questo caso si tratta di un film di Silvio Soldini,  “Il fiume ha sempre ragione”, vincitore dell’Audience Award al Biografilm Festival 2016.

Alberto Casiraghi e Josef Weiss sono due artisti della carta e dell’inchiostro che lavorano con la tecnologia di 600 anni fa. Casiraghi produce edizioni limitatissime di poesie ed aforismi con una vecchia stampante meccanica a caratteri mobili; Weiss restaura libri e stampa raffinate edizioni d’arte. Il film li segue nel loro lavoro, raccoglie le loro riflessioni, ci mostra la perizia artigianale delle loro mani che lentamente danno vita ad oggetti meravigliosi. Siamo ben lontani da una retorica nostalgia dei tempi andati, come i due protagonisti sottolineano più volte. Ma la magia dell’oggetto libro, questa unione tra carta, inchiostro, colore e poesia, trionfa senza neppure bisogno che se ne parli, semplicemente dalle immagini: nessun e-book potrà mai contenere tanta bellezza.

Il consiglio è di vederlo a tutti i costi, questo film. Soprattutto se volete bene ai libri. Anche se non sarà facile trovarlo… affrettatevi, è uscito l’8 settembre, queste sono le sale dove forse lo troverete ancora: http://www.josefweiss.ch/category/news/

E se il film vi sfugge, potete sempre fare una visita ai siti dei due protagonisti:
http://edizionipulcinoelefante.tumblr.com/
http://www.josefweiss.ch/

Buona visione dalla libraia clandestina