Ozio peccaminoso

Ma leggere a letto non è solo uno svago; è anche una forma speciale di privacy.  E’ un’azione immobile, libera dalle convenzioni sociali, invisibile al mondo, un’azione che svolgendosi fra le lenzuola, nel regno della lussuria e dell’ozio peccaminoso, ha il fascino delle cose proibite.

Alberto Manguel, Una storia della lettura, Mondadori, 1999, pag. 163