Il vero libraio

Non rendere i libri di valore è l’impresa più difficile. La cosa più facile e più sbagliata, per un libraio, è cambiare i lampadari, la moquette e le scaffalature illudendosi di far entrare più clienti. La modernità non sta nelle scaffalature di design. Il vero libraio deve saper riconoscere i libri importanti e non renderli. Solo così può attirare i lettori forti. Ma questo richiede competenza e coraggio, mentre cambiare il lampadario e le scaffalature non richiede niente, solo un po’ di soldi. Buttati.

Ambrogio Borsani, Il morbo di Gutenberg, Liguori, 2014, pag.70

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.