Nelle profondità

La letteratura (e il suo santuario, che è la libreria) è una fucina di idee forgiate nelle fiamme della creazione e nel fuoco del riscrivere, i libri parlano del bene e del male, e della dannazione di voler scendere sempre più nelle profondità dell’anima. Nel paradiso tutto è perfetto, niente si può migliorare, tutto è già scritto in bella calligrafia, senza correzioni e ripensamenti. per questo il destino della letteratura ricorda più un meraviglioso tormentato inferno, che un appagato paradiso.

Stefano Benni, La Palmaverde, in AA.VV., Andar per libri. Il mondo in 15 librerie, a cura di Henry Hitchings, Bompiani, 2016, pagg. 138-139.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.