Questa riva luminosa

Malgrado la mia vita non sia ciò che si dice una vita realizzata, devo considerarmi fortunata perché, su un totale di almeno cinquant’anni di vita adulta, riuscii qualche volta ad accostare questa riva luminosa – io mi considero un eterno naufrago – dell’espressione o espressività che avevano per scopo questo eterno interesse: cogliere e fissare, sia pure per il tempo di un istante – e mi riferisco alla durata di un risultato artistico – il meraviglioso fenomeno del vivere e del sentire.

Anna Maria Ortese, Corpo celeste, Adelphi, 1997, pag. 61.

3 pensieri su “Questa riva luminosa

  1. A proposito di vite realizzate, come non citare il mio amato Dietrich bonhoeffer: “Esistono vite realizzate nonostante desideri irrealizzati”.
    Una considerazione che trovo profondamente vera e che mi è di grande aiuto!

    "Mi piace"

    • Io trovo sempre molto emozionante questo nella Ortese: coesistono in lei un pessimismo razionalissimo e una meraviglia infantile davanti al mondo. Autrice poco letta, ma tra le più grandi che abbiamo avuto.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.