Limpida

Rigano l'aria le rondini e non s'incrinano i cieli specchia il lago le nuvole e non s'intorbida l'acqua Noi fugacemente turbiamo col nostro passaggio il tempo e tosto si ricompone la spera limpida e torna uguale Lalla Romano, Giovane è il tempo, Einaudi, 1974, pag. 63