Sostanza e verità

L'agiatezza e l'indigenza dipendono dunque dall'opinione di ciascuno; e la ricchezza così come la gloria e la salute, non hanno maggior bellezza e piacere di quanta ne attribuisca loro chi le possiede. Ognuno sta bene o male secondo come pensa di stare.  Non è contento chi è creduto tale, ma chi lo crede di sé. … Leggi tutto Sostanza e verità

E’ cosa nota

Una sera, semiaddormentato sul sedile di un bar, cercavo per gioco di censire tutti i linguaggi che entravano nel mio ascolto: musiche, conversazioni, rumori di sedie, di bicchieri, tutta una stereofonia di cui una piazza di Tangeri... è il luogo esemplare. Si parlava anche dentro di me (è cosa nota), e questa parola detta "interiore" … Leggi tutto E’ cosa nota

Vecchio io?

Sui ripiani stracarichi della mia libreria ci sono tanti libri che attendono da anni il loro momento. Parecchi vengono dalla biblioteca di mio padre e sono edizioni di decenni ormai lontani, che ho voluto per me con l'idea che prima o poi li avrei letti. Qualche giorno fa, terminato un romanzo e alla ricerca di … Leggi tutto Vecchio io?

Artigiano di sé

Dopo aver molto osservato, molto confrontato, si arriva un giorno a quella che sembra una forma di saggezza dell'autostima: la capacità di confrontarsi con se stessi. Con quella o quello che eravamo qualche mese fa o qualche anno fa. Con quella o quello che siamo nei nostri giorni buoni i cattivi. Probabilmente uno dei modi … Leggi tutto Artigiano di sé

Sulle soglie

Leggere e stare in panchina sono allora quasi sinonimi. Due esperienze di vita secondaria  e contemplativa, due modalità di stare sulle soglie (del mondo). Si legge con il corpo, diceva ancora Peter Bichsel, e certe posizioni, certe sedie, favoriscono la lettura. La panchina è una di quelle. La loro sovrapposizione - leggere su una panchina … Leggi tutto Sulle soglie