E’ cosa nota

Una sera, semiaddormentato sul sedile di un bar, cercavo per gioco di censire tutti i linguaggi che entravano nel mio ascolto: musiche, conversazioni, rumori di sedie, di bicchieri, tutta una stereofonia di cui una piazza di Tangeri... è il luogo esemplare. Si parlava anche dentro di me (è cosa nota), e questa parola detta "interiore" … Leggi tutto E’ cosa nota