Insegnarsi a vicenda

Esprimersi era, ed è ancora, insegnarsi a vicenda. Insegnarsi le proprie radici, le proprie paure, i propri dubbi (chi siamo, da dove veniamo, dove andiamo, ebbene sì…) e magari come, da dubbi radici e paure, abbiamo imparato a uscire. Le storie, cioé, sono storie esemplari che presentano casi esemplari per la vita di una certa comunità, sotto forma di fiabe, poemi epici, romanzi, film e tutto quello che verrà poi, di modo che chi arriva dopo se le ricordi e possa raccontarle ancora.

Daniele Petruccioli, Le pagine nere. Appunti sulla traduzione dei romanzi, La Lepre edizioni, 2017, pag. 150.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.