Bisogna pur tentare

Ho sempre davanti agli occhi l’immagine della mia prima notte di volo in Argentina, una notte buia in cui a scintillare come stelle erano soltanto le rare luci sparse nella pianura.
Ciascuna di esse segnalava, nell’oceano di tenebre, il miracolo di una coscienza. In quella casa qualcuno leggeva, pensava, scambiava delle confidenze. Nell’altra, forse, qualcuno cercava di esplorare lo spazio, facendo dei calcoli sulla nebulosa di Andromeda. In un’altra ancora si faceva l’amore. Ora qua ora là, brillavano nella campagna fuochi che richiedevano di essere alimentati. Fino ai più discreti, quello del poeta, dell’insegnante, del carpentiere. Ma, in mezzo a queste stelle vive, quante finestre sbarrate, quante stelle spente, quanti uomini addormentati…
Bisogna pur tentare di ritrovarsi. Bisogna cercare di comunicare con alcune di quelle luci che risplendono qua e là per la campagna.

Antoine de Saint-Exupéry, Terra degli uomini, Elliot, 2014, pag. 15

2 pensieri su “Bisogna pur tentare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.