Aria modulata

Ma ti rendi conto? Ti sei mai fermata a pensare a cosa vuol dire parlare? Quale incantatore avrebber potuto inventare un gioco di prestigio più sconcertante? Noi, muovendo in modo coordianto dei pezzi del corpo – polmoni, gola, labbra, lingua – moduliamo vibrazioni di aria e con questi gesti riusciamo a suscitare nella mente di coloro ai quali quell’aria modulata va addosso delle emozioni, dei ragionamenti, delle immagini del mondo che non è lì e che prima erano dentro a noi!

Andrea Moro, Il segreto di Pietramala, La nave di Teseo, 2018, pag. 91.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.