Nelle biblioteche severe

Libri nessuno più li vuole cadono i libri come foglie al sole insieme agli uomini sperduti da una guerra terribile delle parole. Anche la città di Bologna si autodistrugge rifugiandosi dentro un quadro antico per cercare le origini e la fonte ma nessuno vuole entrare nelle biblioteche severe, restare a guardare la tivù dà più … Leggi tutto Nelle biblioteche severe

Annunci

Letture prenatalizie

Anche quest'anno ohibò! un'occhiata al calendario e mi accorgo che a Natale manca meno di un mese! Urge correre ai ripari... e non parlo di decorazioni e lucette multicolori, né di regali più o meno partecipati e affettuosi, bensì di letture preparatorie a quello che astronomicamente e psicologicamente è un punto di svolta: la notte … Leggi tutto Letture prenatalizie

La montagna vivente

Sì, questa foto la avete già vista la scorsa estate perchè questo libro, La montagna vivente di Nan Shepherd, me lo sono portato nello zaino nelle mia passeggiate in Val di Funes. Lettura corroborante, esaltante, che ho centellinato giorno dopo giorno, nelle pause sui prati fioriti, sotto un albero, a fianco di un torrente. Di … Leggi tutto La montagna vivente

Maus

Quest'opera grandiosa, (il primo fumetto a vincere il Pulitzer, tanto per capirci), frutto di 20 anni di lavoro,  probabilmente molti di voi la conoscono già. Io stessa la avevo letta, nei lontani anni 80-90, quando il benemerito mensile Linus la pubblicò a puntate. Ma vale la pena rileggerla intera. La vera meraviglia, in questa rilettura, … Leggi tutto Maus

Una distesa di libri

L'amica Elisa, di cui ho pubblicato già parecchie immagini, mi manda da Lisbona la foto qui sotto: si tratta della Companhia dos Livros alla stazione metropolitana Oriente. Mi racconta che sono quasi tutti libri economici e che la quantità non è a scapito della qualità. Sono comunque colpita dalla massa dei volumi... a noi bibliobulimici … Leggi tutto Una distesa di libri

Impulso tenero

Quella laggiù, dunque, quel vasto presepio di luci sparse tra macchie d'alberi dalle colline al mare, quell'immota distesa d'acqua nel grembo fra edifici e monti, in cui il Vesuvio verberava fuochi e le case barbagli d'oro vecchio, era Napoli. Provò impulso tenero. Così, senza motivi. All'apparizione del semplice, sereno paesaggio. I punti luminosi del presepe … Leggi tutto Impulso tenero

Di quel che passa

Quando, Lidia, verrà quel nostro autunno con l'inverno che ha in seno, riserviamo un pensiero, non già per la futura primavera, che è di altri, né all'estate, di cui non siamo morti, ma per quello che resta di quel che passa: il giallo attuale che le foglie vivono e le rende diverse. Fernando Pessoa, Poesie, … Leggi tutto Di quel che passa