Con te stesso, con la terra, col mondo

Vivere! Ma questo vivere senza più memoria, né storia, né coscienza di colpa che non sia  la mera colpa politica, non consente mai crescita. Perché la crescita è solo marginalmente cosa sociale e politica. La crescita riguarda i tuoi rapporti, e il loro maturare, con te stesso, con la terra, col mondo. Vi è dolore, nel mondo. Vi è segreto. Vi è scopo. Chiarirlo è impossibile. Vederlo è necessario. Crescere (in umanità) significa vederlo e, per quanto sta in noi, affrontarlo. Una religione, o una rivoluzione, che non abbia come obiettivo la lotta contro tutto il dolore terrestre, e come fine una totale diminuzione, un ridimensionamento dell’uomo come padrone e arbitro del terrestre, lascerà continuamente, dietro di sé, il dolore e l’infamia che trova, anzi peggiorati.

Anna Maria Ortese, Corpo celeste, Adelphi, 1997, pagg. 130-131

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.