Quando stiamo tra gli alberi

In questa domenica piovosa ho ripensato alla Via degli Dei percorsa 2 settimane fa, all’aria leggera, a certi scorci di bosco, alle tante voci diverse di uccelli, alla varietà di fiori incontrate. Questa è una giovane faggeta sul versante toscano:

Poi, andando alla ricerca nel mio hard disk di tutt’altro, sono incappata in una raccolta di citazioni da un libro molto bello di Robert MacFarlane che avevo completamente dimenticato. Sembra fatta apposta! eccola qui:

Un albero solitario è qualcosa di straordinario, tanti alberi insieme sono più straordinari ancora…. Gli alberi seguono e organizzano il tempo in diverse maniere, e così anche noi, quando stiamo tra gli alberi, sperimentiamo il tempo in modi diversi. La discrezione degli alberi, la loro pazienza, è commovente. Che la foresta di latifoglie americana abbia atteso settanta milioni di anni l’arrivo di uomini che la popolassero è un fatto che va al di là della nostra comprensione, ma che vale comunque la pena di sforzarsi di capire. E’ tanto inquietante quanto degno di nota sapere che le grandi querce possono impiegare trecento anni a crescere, trecento anni a vivere e trecento anni a morire. Saperlo, e rifletterci su seriamente, cambia la nostra disposizione mentale.

Robert Mac Farlane, Luoghi selvaggi, Einaudi, 2011, pagg. 101-102

Un pensiero su “Quando stiamo tra gli alberi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.