Chiotti, chiotti

Una cosa che mi riprometto di fare, ma non faccio mai, è imparare una parola nuova al giorno. La lettura del vocabolario mi è sempre piaciuta (passione condivisa da parecchi, tra cui un personaggio di un gran bel romanzo che qui, di sfuggita, consiglio: Quasi tutto velocissimo di Christopher Kloeble, edito da Keller). Oggi ne … Leggi tutto Chiotti, chiotti

Tre dottori di Salamanca

Certi libri sono come la vecchia pianta di alloro che vedo dalla finestra della cucina di casa: sempreverdi e rasserenanti. La pianta in questione lo scorso febbraio era stata potata in modo radicale, ne restavano solo il tronco e pochi grossi rami. Durante il lockdown è rimasta immobile, ferita, ma già a maggio ha messo … Leggi tutto Tre dottori di Salamanca

Liberarci tutti

Sono felice di pubblicare oggi la recensione (spero la prima di una serie) scritta da un amico che ho sempre immaginato come collaboratore ideale di questo blog (che non a caso si chiama libraiclandestini, al plurale...) La parola quindi al libraio clandestino: Colson Whitehead, La ferrovia sotterranea, Roma, Sur, 2017 (trad. M. Testa), pp. 376 … Leggi tutto Liberarci tutti