Si tendono le mani

Mi è accaduto di scrivere anche, in alcune occasioni, che mi piacerebbe, e non mi è mai capitato, non restare chiuso, ma farmi rinchiudere consapevolmente in uno dei grandi saloni di una grande biblioteca. All’inverno e di notte, in quel buio freddo dei grandi stanzoni in cui i libri sono depositati. Io penso, ne sono … Leggi tutto Si tendono le mani

Annunci

L’anima chiede altro

La biblioteca è un naturale e privilegiato rimedio per l'anima. Non so se addirittura l'unico, ma certamente quello che non tradisce. Certamente uno spazio della speranza; in ogni caso un luogo tutto da pensare, nel senso che non è questione di cultura amministrata, con impiegati, burocrati e dirigenti affaccendati in gare d'appalto e fatture elettroniche; … Leggi tutto L’anima chiede altro

Nella stalla

Si sa, allora non c'era la televisione, pochi avevano la radio e la gente leggeva di più. Alla domenica mattina, dopo la messa, venivano in biblioteca anche dalle contrade lontane. Pagando venti lire potevano avere in prestito un libro per quindici giorni. Gli ex combattenti avevano lo sconto e pagavano la metà. Insomma, che cosa … Leggi tutto Nella stalla

Segnalibri

Non saprei dire da quanto tempo raccolgo segnalibri, forse 20 anni. Di collezione forse non si può parlare, troppo esiguo il numero dei pezzi e assolutamente non sistematica la raccolta. Però... da qualche tempo ho cominciato a classificare i miei tesori, secondo criteri non sempre omogenei. Maneggiarli, confrontarli, trovare parentele nuove, ricordare la persona che … Leggi tutto Segnalibri

Incontri felici

Avendo a disposizione a pochi minuti di cammino in uno dei centri storici più belli d'Italia una biblioteca fantastica dove è possibile prendere in prestito fino a 10 libri, capita spesso che mi faccia prendere la mano e porti a casa libri che semplicemente mi incuriosiscono, o che hanno attirato la mia attenzione tra i … Leggi tutto Incontri felici

Sette anni di guai

Io prima di dare un libro in prestito, uso tutte le precauzioni. Scrivo sul frontespizio a caratteri indelebili: estorto con la violenza a Giuseppe Marotta, oppure: sette anni di guai a chi lo detiene abusivamente e altre frasi maliziose; in fine prima di separarmene lo faccio odorare a lungo al mio cane. Giuseppe Marotta, Per … Leggi tutto Sette anni di guai

E uno si chiede

Ecco quel che succede, quando una biblioteca ha occhi solo per il canone: castigando la cattiva letteratura, essa priva il suo pubblico della materia prima, del terreno un po' sporco ma vivo da cui procede ogni evoluzione letteraria. Diventa scolastica, sterile: tanto più se le mancano anche, come si è visto, i libri stranieri. (E … Leggi tutto E uno si chiede

Si accumulano

Il viaggio comincia in una biblioteca, o in una libreria. Misteriosamente, prosegue lì, nella chiarezza delle ragioni prima sepolte nel corpo. Al principio del nomadismo, dunque, incontriamo la sedentarietà delle scaffalature e delle sale di lettura, se non addirittura quella del domicilio in cui si accumulano le opere, gli atlanti, i romanzi, le poesie, e … Leggi tutto Si accumulano