La spina

GENERALIZZANDO Tutti riceviamo un dono. Poi, non ricordiamo più né da chi né che sia. Soltanto, ne conserviamo - pungente e senza condono - la spina della nostalgia. Giorgio Caproni, L'opera in versi, Mondadori, 1998, pag. 768

Annunci

Già

Stamattina un bell' acquerello di Le Pastel Bleu mi offre l'occasione di condividere un'altra poesia di Giorgio Caproni, poeta che sto scoprendo ora e che mi piace molto: Le parole Le parole. Già. Dissolvono l'oggetto. Come la nebbia gli alberi, il fiume: il traghetto Giorgio Caproni, L'opera in versi, Mondadori, 1998, pag. 460

Una rosa

Concessione Buttate pure via ogni opera in versi o in prosa. Nessuno è mai riuscito a dire cos'è, nella sua essenza, una rosa. Giorgio Caproni, Res amissa, Garzanti, 1991, pag. 79