Battaglia

Si sentiva esausto. La vita era una battaglia contro la stanchezza; la stanchezza di un macchinario e la stanche zza dell'anima. Olio. Grasso. Consunzione. Alexander McCall Smith, Un peana per le zebre, TEA, 2006, pag. 140

Annunci

Più chiara che di giorno

Uno dei candelieri era rovesciato e la candela si era spenta. L'altra ardeva ancora, diffondendo un largo cerchio di luce sul terreno gelato. Ogni cosa, in quel cerchio, per forza di contrasto e per la tenebra incombente, sembrava più chiara che di giorno. C'era la pozza di sangue, al centro; e un po' più in … Leggi tutto Più chiara che di giorno

Nella stalla

Si sa, allora non c'era la televisione, pochi avevano la radio e la gente leggeva di più. Alla domenica mattina, dopo la messa, venivano in biblioteca anche dalle contrade lontane. Pagando venti lire potevano avere in prestito un libro per quindici giorni. Gli ex combattenti avevano lo sconto e pagavano la metà. Insomma, che cosa … Leggi tutto Nella stalla

Un angolino remoto

E così tutti si addormentarono nella stanza comune della fattoria ai piedi delle montagne. Fuori infuriava la tempesta, sempre più forte e rabbiosa, e tante tempeste infuriavano in tutto il mondo, accadevano tante cose. Perché quello era un angolino remoto della terra, appartato e pacifico, dove quasi solo il cielo era in guerra. E per … Leggi tutto Un angolino remoto

La poesia e il baccalà

La  notte non è che buio e silenzio, d'inverno. Sentiamo i pesci sospirare sul fondo del mare, e chi sale sui monti o sulle colline più alte può ascoltare il canto delle stelle.  I vecchi, detentori di una saggezza che si nutre d'esperienza, sostengono che lassù non ci sia nient'altro che distese gelate e pericoli … Leggi tutto La poesia e il baccalà