La lezione dell’aperto

La lezione del libro è la lezione dell' aperto contro il chiuso, è la lezione del mare contro quella di ogni tipo di recinto segregativo. Se il muro è impegnato a difendere la vita dallo straniero, il libro ci invita invece a fare amicizia con lo straniero; se il muro innalza il confine, il libro … Leggi tutto La lezione dell’aperto

Annunci

In filigrana

Guardavo subito sempre l'indice analitico: era per me la radiografia del libro. Da lì si può osservare in filigrana per chi è scritto e dove e quando e chi e in cosa crede chi l'ha scritto, quali sono i suoi amici e i suoi nemici, quanto si sente forte e quanto debole, quanto ha paura … Leggi tutto In filigrana

Asimmetria

I lettori ben disposti sanno che un bel libro è un gioco meraviglioso: diverte, crea gioia, relazione, movimento, emozione, apprendimento, avventura; produce senso anche nell'apparente esercizio del paradosso e del nonsenso perché permette di tenere in mano l'immaginazione di un'altra persona, di ridere e di accogliere l'asimmetria del mondo. Marcella Terrusi, Meraviglie mute. Silent book … Leggi tutto Asimmetria

Fate voi

In Italia sostiene di leggere il 45,1 per cento della popolazione con più di sei anni, la metà di questa scarsa metà si accapiglia sì e no con uno o due libri all'anno. All'anno, di libri ne vengono stampati 213 milioni. Fate voi. Federico di Vita, Pazzi scatenati. Usi e abusi dell'editoria italiana, Effequ, 2011, … Leggi tutto Fate voi

Come un pellegrino

Il libro non informa soltanto né soltanto intrattiene: è una creatura, che non posso ridurre a una superficie discontinua di stimoli eccitanti quanto effimeri, di istanti consumati in se stessi. Essa anzi attinge il suo volto più vero se ci si impegna nella continuità organica di un dialogo che cresce nel tempo, sempre sulla traccia … Leggi tutto Come un pellegrino