Interprete della nostra anima

Poiché i nostri rapporti si regolano per la sola via della parola, colui che la falsa tradisce la pubblica società. E' il solo strumento per mezzo del quale si comunicano le nostre volontà e i nostri pensieri, è l'interprete della nostra anima: se ci viene a mancare, non abbiamo più nessun legame, non ci conosciamo … Leggi tutto Interprete della nostra anima

Annunci

Etica della lingua

Se ha ragione Benjamin nel dire che il livello più basso della lingua è la pura trasmissione di informazioni, e se è vero, come si legge in De Maistre, che "ogni degradazione individuale e nazionale si manifesta subito con una degradazione rigorosamente proporzionata al linguaggio", allora l'etimologia è uno dei contrasti più efficaci contro la … Leggi tutto Etica della lingua

Aria modulata

Ma ti rendi conto? Ti sei mai fermata a pensare a cosa vuol dire parlare? Quale incantatore avrebber potuto inventare un gioco di prestigio più sconcertante? Noi, muovendo in modo coordianto dei pezzi del corpo - polmoni, gola, labbra, lingua - moduliamo vibrazioni di aria e con questi gesti riusciamo a suscitare nella mente di … Leggi tutto Aria modulata

I nomi e i fiori

Di parola in parola Uno dei percorsi più entusiasmanti di questa vita è il cammino attraverso il linguaggio. Il pensiero procede di parola in parola. E' un sentiero pieno di sorprese, a volte totalmente inaspettato. E quando si fa suono, quando ogni vocabolo incontra finalmente la voce che lo aspetta, la normalità si trasforma in … Leggi tutto I nomi e i fiori

Come una poesia

Sono convinto che un buon interprete che lavora con profughi e rifugiati debba saper essere altrettanto creativo di un buon traduttore di romanzi, quando deve far capire, poniamo, all'autorità preposta all'accettazione o al rigetto di un'istanza di un richiedente asilo la storia personale e culturale (dunque anche il retroterra collettivo) di quel particolare richiedente asilo. … Leggi tutto Come una poesia

Cambiare

Le parole sono anche molto democratiche; pensano che una parola sia buona come un'altra; che le parole rozze valgano tanto quanto quelle educate; che quelle incolte siano uguali a quelle colte; non esistono classi o titoli di merito nella loro società. E non amano essere sollevate in punta di penna ed esaminate una per una. … Leggi tutto Cambiare

E’ cosa nota

Una sera, semiaddormentato sul sedile di un bar, cercavo per gioco di censire tutti i linguaggi che entravano nel mio ascolto: musiche, conversazioni, rumori di sedie, di bicchieri, tutta una stereofonia di cui una piazza di Tangeri... è il luogo esemplare. Si parlava anche dentro di me (è cosa nota), e questa parola detta "interiore" … Leggi tutto E’ cosa nota