Chiotti, chiotti

Una cosa che mi riprometto di fare, ma non faccio mai, è imparare una parola nuova al giorno. La lettura del vocabolario mi è sempre piaciuta (passione condivisa da parecchi, tra cui un personaggio di un gran bel romanzo che qui, di sfuggita, consiglio: Quasi tutto velocissimo di Christopher Kloeble, edito da Keller). Oggi ne … Leggi tutto Chiotti, chiotti

Una cosa che nessuno capisce

Molti preferiscono tacere quando la vita fa più male, spesso le parole sono solo pietre inerti, vestiti laceri e consunti. Possono anche essere erbacce, pericolosi portatori di infezioni, assi marce che non reggerebbero nemmeno il peso di una formica, figuriamoci la vita umana. Eppure, le parole sono una delle poche cose di cui disponiamo davvero, … Leggi tutto Una cosa che nessuno capisce

Cambiare

Le parole sono anche molto democratiche; pensano che una parola sia buona come un'altra; che le parole rozze valgano tanto quanto quelle educate; che quelle incolte siano uguali a quelle colte; non esistono classi o titoli di merito nella loro società. E non amano essere sollevate in punta di penna ed esaminate una per una. … Leggi tutto Cambiare

E’ cosa nota

Una sera, semiaddormentato sul sedile di un bar, cercavo per gioco di censire tutti i linguaggi che entravano nel mio ascolto: musiche, conversazioni, rumori di sedie, di bicchieri, tutta una stereofonia di cui una piazza di Tangeri... è il luogo esemplare. Si parlava anche dentro di me (è cosa nota), e questa parola detta "interiore" … Leggi tutto E’ cosa nota

Certe parole

Accade che un pensiero, talvolta formulato nell'intimo, talvolta non formulato, scavi sordamente l'anima e tuttavia solo debolmente agisca su di essa. Se si sente invece formulare quel pensiero al di fuori di noi, da altre persone e da qualcuno le cui parole ci paiono degne d'attenzione, esso centuplica la propria forza e può talora provocare … Leggi tutto Certe parole