Radioattività

La scrittura è questa strana radioattività della mente: la capacità di abitare la materia più semplice, più povera, meno "animata" - un'idea diventa una macchia d'inchiostro su una superficie di cellulosa, eppure esercita da questa minuta esistenza un'influenza molto più grande, potente e duratura di quella che esercita quando abita il cervello di un singolo … Leggi tutto Radioattività

Particole di anima

Nacqui hieme ineunte. Poi, ragazzino, incominciai a trasferire particole di anima nei libri che leggevo, fino a dislocarvela compiutamente: in questo modo potevo circolare nel mondo come un insensibile golem senza patir troppi danni, e quando mi prendeva vaghezza di recuperare un po' della mia anima andavo a cercarmela là dove l'avevo nascosta, nei libri: … Leggi tutto Particole di anima

Minuto mantenimento

Il tuo problema è la distanza siderale tra il progetto di scrivere e gli strumenti di cui disponi per attuare questo progetto. A me pare che ti manchi del tutto la confidenza tecnica con le parole nella loro correttezza ordinaria, convenuta. La tua imperizia è prima di tutto un difetto di minuto mantenimento della lingua … Leggi tutto Minuto mantenimento

Desideri confusi

La scrittura è una scommessa con la solitudine. Flusso e riflusso della non-quiete. Essa è pure riflesso d'una realtà riflessa, còlta nella sua rinascita, una realtà della quale andiamo costruendo l'immagine, nel cuore dei nostri desideri confusi, nel cuore dei nostri dubbi. Edmond Jabès, Il libro della sovversione non sospetta, Feltrinelli, 1984, pag. 48.