Se si riesce

Nel novembre 1943, ad Auschwitz, moriva a 29 anni Etty Hillesum. Il suo Diario è il più luminoso esempio di autoanalisi che io conosca, a paragone del quale sbiadisce anche il suo valore di testimonianza storica. Una volta è un Hitler; un'altra è Ivan il Terribile, per quanto mi riguarda; in un caso è la … Leggi tutto Se si riesce

Annunci

Sanguinosa

Michele Mari, Tu, sanguinosa infanzia, Einaudi, 2007. Devo scrivere di questo libro già da un po', voglio assolutamente consigliarne la lettura ma mi riesce difficile parlarne perché mi ha molto emozionato. Ma proviamoci... Quindi eccola, questa fulminante raccolta di racconti di Michele Mari, autore contemporaneo tra i più grandi: racconti legati agli anni dell'infanzia e … Leggi tutto Sanguinosa

Ostinarsi

Ma così è diventato il nostro mondo: la pubblicità ha preso il posto della letteratura, gli slogan ci colpiscono ormai più della poesia e dei suoi versi. L'unico modo di resistere è ostinarsi a pensare con la propria testa e soprattutto a sentire con il proprio cuore. Tiziano Terzani, Lettere contro la guerra, TEA, 2004, … Leggi tutto Ostinarsi

Tronchi nella neve

GLI ALBERI Perché siamo come tronchi nella neve. Apparentemente vi sono appoggiati, lisci, sopra, e con una piccola scossa si dovrebbe poterli spingere da una parte. No, non si può, perché sono legati solidamente al terreno. Ma guarda, anche questa è solo un'apparenza. Franz Kafka, Racconti, Mondadori, 1970, pag. 133  

Le ali stanche

Alexander Throckmorton Quand'ero giovane, avevo ali forti e instancabili, ma non conoscevo le montagne. Quando fui vecchio, conobbi le montagne ma le ali stanche non tennero più dietro alla visione. Il genio è saggezza e gioventù. Edgar Lee Masters, Antologia di Spoon River,  Einaudi, 1960, pag. 125

Cavia inutile

Io ero convinto che tutto il visibile - persone, automobili, rondini, fili della luce, sputi per terra - fosse una rappresentazione inscenata attorno a me allo scopo di studiare il mio comportamento. Sentendomi osservato, mi davo un contegno per non dare a vedere che mi ero accorto di tutto: cavia consapevole, mi dicevo, cavia inutile, … Leggi tutto Cavia inutile

Strane commistioni

Capita che di tanto in tanto io sia presa da qualche dubbio circa il senso di questo blog, dal desiderio di rinnovarlo/vivacizzarlo/arricchirlo. Poi si sa, il tempo è poco, l'ispirazione per scrivere recensioni o post di qualche spessore latita, complice anche la stanchezza che viene dall'affaccendarsi in un lavoro che non avrei mai scelto per … Leggi tutto Strane commistioni

Serio e solitario

C'è una zona, proprio sotto il ginocchio dei ragazzini, in cui si compendia l'orrore dei giardinetti: là, dove la pelle è più grigia e più spessa, quasi cotta dagli sfregamenti sull'erba; là, dove la lerceria si è consustanziata nel derma. In quel livido lembo di cuoio si leggono le imprese scomposte di una precoce virilità, … Leggi tutto Serio e solitario