Come un topo nella farina

Come al solito ho un bel po’ di cose da leggere, tra acquisti recenti, colpi di fulmine in Biblioteca Sala Borsa, classici in attesa da anni sulla mia libreria,  guide a percorsi di cammino. Ma l’altro giorno, mentre cercavo un dono per una persona cara alla IBS vicino a casa, squilla il cellulare. Sorpresa! è il mio libraio (clandestino) di riferimento, ed inevitabilmente alla domanda “ma dove sei?” la mia risposta “in libreria, naturalmente” dà il via al consueto scambio di recensioni volanti e racconti di progetti futuri legati ai libri.  Approfitto della sua conoscenza di letteratura in lingua francese per chiedergli un’opinione su un’autrice che mi incuriosisce, e lui mi consiglia un romanzo italiano che reputa una tra le cose più belle uscite quest’anno. Ovviamente al termine della telefonata lo cerco e lo compro, scoprendo che la copertina mi aveva incuriosito già qualche mese fa…

Il romanzo è questo:

Ne ho lette solo 25 pagine finora, ma già posso dire che mi piace. Una qualità di scrittura davvero notevole, un umorismo toscano che riconosco anche un po’ mio, una bellissima commistione di lingue diverse: ecco cosa mi ha colpito in questo primo contatto. Seguirà recensione meditata al termine della lettura, ma intanto grazie Fabri!!! per il consiglio e per la telefonata libraria in libreria (e non è la prima…)

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.