5 libri su librerie e librai

Per me la libreria è un luogo di riposo dallo stress quotidiano, ma anche di stimoli infiniti, un luogo dove mi sento a casa, che mi rallegra e mi dà la carica. E’ il posto dove vorrei lavorare.
Alle librerie dunque dedico una cinquina di consigli di lettura. Ma vi invito anche a spulciare i miei post passati contrassegnati dal tag libreria.

1.Régis de Sà Moreira, Il libraio, Aìsara
Protagonista di questo romanzo è una libreria aperta 24 ore su 24, 7 giorni su 7. La gestisce un libraio malinconico e lettore accanito. Ha l’abitudine di offrire tisane ai suoi clienti e di comunicare coi suoi fratelli sparsi per il mondo spedendo loro pagine strappate dai libri. Nella libreria entrano personaggi insoliti: la donna più bella del mondo, il Dalai Lama, ragazze affette da sindrome dell’ultima pagina. Il racconto è esile, fatto di episodi surreali e teneri. Esattamente come mi è apparso l’autore in carne ed ossa, incontrato al Pisa Book Festival nel 2011, che mi fece una deliziosa dedica che conservo gelosamente.

2. La voce dei libri II – Storie di libraie coraggiose, a cura di Matteo Eremo, Marcos Y Marcos
Una bella carrellata di interviste a libraie che con una certa dose di incoscienza hanno aperto o rilevato librerie in ogni angolo d’Italia. Sono librerie grandissime e piccolissime, storiche o di recente apertura, tutte unite dalla passione e dalla competenza di chi le gestisce e si è inventato tante iniziative ed idee di stimolo alla lettura. Alcune le conosco, come la meravigliosa libreria All’Arco di Reggio Emilia, altre spero prima o poi di visitarle.

3. Jorge Carrion, Librerie. Una storia di commercio e passioni, Garzanti
Qui l’orizzonte si allarga: Jorge Carrion, insegnante di letteratura contemporanea a Barcellona, racconta l’universo delle librerie del mondo, la rete di felicità possibile che questi luoghi privilegiati costruiscono. Ricchissimo di riferimenti letterari e di riflessioni sulla lettura, celebra quel culto della libreria di cui sono assolutamente ed orgogliosamente partecipe.

4. Adrienne Monnier, Rue de l’Odeon. La libreria che ha fatto il Novecento; :duepunti
Il sottotitolo dice tutto: qui si racconta la storia di una libreria importantissima, la Maison des Amis des Livres, (che nome incredibile!) di Rue de L’Odeon a Parigi, attiva dal 1915 al 1951.  L’autrice-libraia racconta vividamente dell’atmosfera eccezionale del periodo tra le 2 guerre e dei suoi incontri con personaggi fondamentali della cultura, tutti clienti o collaboratori della libreria: da Valery a Joyce, da Hemingway a Rilke, a Walter Benjamin a me particolarmente caro, a cui è dedicato uno splendido ritratto.

5.Roberto Roversi, Libri e contro il tarlo inimico, Pendragon
Questo è un libro di poesie, e di poesie tutte dedicate ai libri da un libraio poeta, il grandissimo mio concittadino Roberto Roversi. E’ l’ultimo suo libro pubblicato ed è un vero tesoro: le poesie sono magnifiche e a fianco di ogni poesia stanno immagini di librerie, bibioteche, gente che legge, libri di ogni tipo ed epoca, tutte molto belle.
Testimonianza di una vera passione come recita la quarta di copertina che mi piace riportare per intero:

Caro libro, quanto ti voglio bene, mi fai compagnia da ottant’anni e non mi hai mai deluso.
Benedetto dagli Dei. Il tuo fervore e la tua presenza sono un sollievo per tutti i mali, anche quelli del corpo.
Qua ti testimonio la mia riconoscenza e la mia totale fiducia, e voglio ancora una volta abbracciarti, caro libro adorato. Non questo o quello, ma tutti i libri del mondo, offerti dietro splendide vetrine illuminate, oppure nascosti o raccolti nel cauto silenzio delle biblioteche austere.
Qui ti do testimonianza di un affetto incrollabile e di una riconoscenza infinita.
E grazie a tutti i lettori e a tutti coloro che mantengono ancora fiducia nelle pagine scritte e nelle pagine stampate.

8 pensieri su “5 libri su librerie e librai

  1. scusa hai chiuso i commenti nei post più recenti?
    non riesco a commentare sotto la libreria di rue.., niente di rilevante quello che volevo dire, solo che il libro ce l’ho qui sul tavolino in attesa che finisca quello che ho in corso (non a caso è lo straniero di Camus!)
    ml

    "Mi piace"

    • In effetti avevo chiuso i commenti quando mi sono presa un periodo di pausa dal blog. Poi pensavo di averli riammessi, ma devo aver fatto un pasticcio dei miei… ora ci riprovo. Buona lettura intanto, sia per Camus che per la Adimi!

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.